TRAINING FISICO PER ATTORI

I gesti portano in sé il valore dei segni.

La voce è dentro alla gestualità umana.

Ecco un ottimo metodo per aiutarci a liberare la voce partendo dalla liberazione del movimento del corpo.

Il corpo, essendo il contenitore della nostra storia personale, ci permette di renderci consapevoli delle tensioni fisiche ed emotive, che tramite il movimento possono essere liberate, rendendo il corpo e di conseguenza la voce, vigile, espressivo e presente.

Il corpo, se lasciato libero di muoversi in base alla propria “intelligenza corporea” senza essere ostacolato dal controllo della mente, è in grado di ritrovare la fluidità e l’elasticità necessaria che si traduce nell’emissione del suono in una totale apertura libera da inibizioni e trattenimenti di ogni genere.

Il corpo, se lasciato libero di muoversi in base alla propria “intelligenza corporea” senza essere ostacolato dal controllo della mente, è in grado di ritrovare la fluidità e l’elasticità necessaria che si traduce nell’emissione del suono in una totale apertura libera da inibizioni e trattenimenti di ogni genere.

Il corpo umano è fatto su misura per imitare suoni, voci, versi del mondo della natura onde ricrearli per comunicare.

L’improvvisazione corporea attraverso la risonanza della musica o della voce offre l’opportunità di creare nuovi movimenti nel corpo che parlano di autenticità e verità nell’espressione il che si traduce in un senso estetico non solo da vedere ma da sentire.

Improvvisare è creare un nuovo gesto che si nasconde dietro ad una musica o ad una intonazione vocale.

Significa far diventare il corpo una Partitura Vivente, significa dare un corpo al suono e alla voce.

Quando il gesto diviene “gesto-vocale” la coscienza e la conoscenza del corpo si perfeziona sempre più, fino ad arrivare a coinvolgere i muscoli più difficilmente percettibili, più interni, quelli direttamente connessi con le funzioni vitali.L’introduzione della voce nella danza si inserisce nella direzione iniziata da Laban e dai suoi studi sulla libera espressione. L’inserimento della voce diviene una necessità per sentirsi completi, in modo che ogni singola parte del corpo, anche la più piccola, risulti parte integrante di un processo creativo.

Se è vero che esistono emozioni che non possono essere espresse solo con le parole è anche vero che il gesto non può esprimere tutti i moti dell’anima e deve ricorrere alla voce per rendere tutta l’unità e complessità dell’individuo. Il corpo e la voce insieme sono strumenti d’azione, colpiscono, stimolano immagini, e agiscono nello spazio e nel tempo

La voce si comporta come il corpo, impara dal corpo ad usare lo spazio ed il tempo; il corpo, a sua volta, si lascia guidare dal ritmo della voce e dalle immagini da essa suscitate.

Una grande parte del laboratorio è focalizzata sul rendere armonico il rapporto tra corpo, voce e sensazione. L’osservazione e lo studio saranno poste sulle:

  • Connessioni tra il movimento del corpo ed il suono della voce
  • La musica a servizio del movimento e della improvvisazione corporea
  • La voce al servizio del  movimento ed il movimento a servizio della voce
  • Gli opposti musicali e gli opposti corporei
  • Ricerca di possibilità creative sia nel corpo che nella voce
  • Incontro dei limiti come potenzialità creative
  • L’immaginario a servizio del movimento

© Copyright 2017 Chicchi D'Arte - Creativittà P.I.: 01600050536

Powered by webseoguru